Autore: admin

BusinessRisorse
Bando 2021 per la scuola
REACT EU – Finanziamenti 2021 per la scuola

È attivo un bando da 446 milioni di Euro per la realizzazione ed il potenziamento delle reti locali, cablate e wireless, nelle scuole di tutte le regioni italiane, ad esclusione delle Regioni Autonome del Trentino Alto Adige e della Valle D’Aosta.

Questa misura è inerente all’Iniziativa REACT EU, nell’ambito del Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 (Fondo europeo di sviluppo regionale – FESR).

REACT EU porta avanti le misure in risposta alla crisi e l’iniziativa di investimento in risposta al coronavirus, per contribuire a una ripresa economica verde, digitale e resiliente.
L’obiettivo è quello di:

  • dotare gli edifici scolastici di un’infrastruttura di rete capace di coprire gli spazi didattici e amministrativi delle scuole;
  • consentire la connessione alla rete da parte del personale scolastico e di tutti gli studenti;
  • assicurare il cablaggio degli spazi, la sicurezza informatica dei dati, la gestione e autenticazione degli accessi.

La misura prevede la realizzazione di reti che possono riguardare singoli edifici scolastici o aggregati di edifici con il ricorso a tecnologie sia wired (cablaggio) sia wireless (WiFi), LAN e WLAN.

La finestra temporale per la presentazione delle candidature firmate digitalmente rimarrà aperta fino alle ore 12.00 del giorno 14 Settembre 2021.

Scarica la nostra guida con tutti i dettagli utili
Comunicazioni
Apertura Agosto 2021
Buone Ferie!

il nostro ufficio rimarrà chiuso Lunedì 16 Agosto. Per tutto il resto del mese di Agosto ci saremo sempre per monitorare, gestire i tuoi sistemi ed affiancarti per qualsiasi esigenza.

Ti ricordiamo che le richieste di assistenza devono essere fatte tramite email all’indirizzo: [email protected]

Cogliamo l’occasione per augurarti buone vacanze tra relax, divertimento ed affetti.

ServiziSicurezza
Violazione di Facebook: sai se i tuoi dati sono stati rubati?
Violazione di Facebook: i tuoi dati sono stati rubati?

Facebook ha subito un pesantissimo Databreach, in cui sono state violate informazioni personali di più di 533 milioni di utenti in 106 paesi diversi, tra cui l’Italia.

Il Garante per la protezione dei dati personali indica che questa azione ha colpito circa 36milioni di italiani i cui dati sono stati rubati, compresi in molti casi numeri telefonici e indirizzi mail.

Noi possiamo verificare se i tuoi dati sono stati interessati dalla violazione e resi pubblici.

Perchè è importante?

Il tuo numero di telefono o il tuo indirizzo email possono essere utilizzati per attività illecite, da chiamate e messaggi indesiderati fino a serie minacce vere e proprie. Un criminale che ha accesso anche al tuo numero di telefono può violare determinate tipologie di servizi online che usano proprio il numero di telefono come sistema di autenticazione.

Non aspettare ancora…noi siamo pronti a proteggerti!

Contattaci subito oppure scopri il servizio Dark Web Scan per il monitoraggio dei tuoi dati nel dark web.

Comunicazioni
Buona Pasqua
Pasqua 2021

Lo Staff di Efuture vi augura Buona Pasqua!

Il nostro ufficio rimarrà chiuso Lunedì 5 Aprile.

ServiziSicurezza
Una nuova minaccia dal Web
Dark Web Scan

Oggi vogliamo raccontarti una storia.

Franco, contabile presso un’azienda finanziaria, si è appena registrato con l’email aziendale ad un portale per la gestione di paghe e contabilità. Essendo un po’ smemorato, sceglie di usare la sua solita password “Franco.72”.

Dopo qualche mese, sullo schermo del PC di Franco e dei suoi colleghi compare uno strano messaggio, i dati del suo pc come di tutti i suoi colleghi e dei server aziendali sono stati cifrati.

Franco è molto confuso. Il contenuto del messaggio è a dir poco preoccupante e gli viene chiesto, anzi intimato, di pagare un riscatto di 40.000 Euro per poter recuperare tutti i dati.

Il portale per la gestione di paghe e contabilità è stato violato, la sua password facilmente decriptata e messa in vendita. Un hacker l’ha acquistata per 4$ ed utilizzata per un vero e proprio attacco all’azienda, chiedendo così un riscatto al malcapitato contabile.

Alla fine Franco, oltre ad aver speso tempo e soldi in avvocati, ha purtroppo anche perso il posto di lavoro. L’azienda per cui lavorava Franco, non avendo copie dei dati, si è piegata alle richieste del ricattatore ed ha pagato il riscatto.

Questa è solo una delle tante storie che sentiamo tutti i giorni.

Non auguriamo a nessuno l’avventura di Franco, ma vogliamo che sia chiaro che può succedere a tutti, anche a chi pensa di essere al sicuro.

Detto in maniera semplice, c’è un vero e proprio mercato dove vengono messe in vendita le chiavi di casa tua o della tua azienda e spesso le conseguenze possono essere davvero pesanti.

Il perchè te lo abbiamo già raccontato. L’obiettivo dei criminali è quello di portare a termine un’estorsione, di privarti dei dati per chiederti in cambio dei soldi.

Ora vorremmo spiegarti come avvengono gli attacchi e come ti proteggiamo da questi.

Partiamo da un concetto base: il data breach, cioè il furto di dati ai danni di grosse aziende attraverso complessi attacchi hacker. Le società colpite hanno solitamente database molto grossi, ricchi di dati.

I dati posso essere credenziali di accesso al portale ed anche dati privati, come nome, cognome, numero di telefono, indirizzo di casa, ecc.

Chi compie questi atti può decidere di rendere pubblico e consultabile il database oppure vendere i dati su un vero e proprio e-commerce di username e password. I prezzi di vendita per questa opzione vanno da $1 fino anche a $10 per coppia username-password.

La ricerca in queste enormi collezioni di dati rubati si effettua tramite il data breach search engine. È lo strumento usato sia dagli esperti in sicurezza informatica come noi, sia dagli hacker criminali per cercare i dati.

Ad oggi sono oltre 500 i siti web ed oltre 10.6 miliardi gli account violati e messi in vendita su veri e propri e-commerce.

Puoi immaginare quanti dati stiano circolando ora sul web.

Nonostante dati come la password vengano mantenuti cifrati, gli hacker possono decifrarli attraverso attacchi di forza bruta e l’applicazione di algoritmi. Possiedono una sorta di dizionario con le password che la gente utilizza più spesso (ad esempio “password1234”, “Franco72”, “Nome.Cognome72”, ecc.) ed il gioco è fatto.

Noi di Efuture abbiamo deciso di sfruttare questi strumenti a vantaggio dei nostri clienti, mettendo in piedi una procedura preventiva per capire se i dati sono a rischio perchè stanno vagando nel web.

Rileviamo se e quali account, tuoi e della tua azienda, sono stati violati.

In caso di esito positivo, troviamo l’email violata, in quale database si trova, dove è stata rubata e quando. Se il database è finito online, con buone probabilità sono presenti anche le password a questo punto è fondamentale avvisare il prima possibile il proprietario affinché possa cambiare la password.

Devono essere cambiate, soprattutto se vengono usate le stesse per accedere a più servizi diversi. Il rischio che vengano decifrate e messe in vendita diventa quasi una certezza.

E per il costo?

Ti facciamo una semplice domanda: rinunceresti ad un caffè al mese per sapere se i tuoi dati sono in vendita? Se hai risposto sì, allora devi assolutamente contattarci!

Abbiamo ancora tante altre informazioni da darti su questo argomento.

Vai al servizio

ComunicazioniRisorse
Smart Working 2021
2021: Lavoreremo ancora da remoto

La tecnologia ha consentito a milioni di persone di lavorare da casa per la maggior parte del 2020.

Torna indietro di qualche anno e niente di tutto questo sarebbe stato attuabile, semplicemente perché non si credeva fosse possibile.

Ora che abbiamo visto che si può lavorare in modo produttivo da casa, come si evolverà la questione nel 2021? Ecco due cose che pensiamo accadranno.

1. Arriverà tecnologia nuova

Fornire tecnologia alle persone che lavorano da casa è diventato un business enorme.

Prendi Zoom come esempio. Il prezzo delle azioni del gigante delle videochiamate è aumentato di oltre il 600% dall’inizio dell’anno 2020.

C’è da aspettarsi che le grandi aziende tecnologiche si attivino e combattano per rivendicare una quota crescente del mercato.

Sicuramente vedremo anche molta innovazione da parte di start-up in cerca di nuovi modi per semplificarci la vita, dato che gran parte del mondo continua a lavorare da casa.

2. I dipendenti si aspettano flessibilità per lavorare da remoto

È difficile immaginare che un interruttore scatti e che tutto torni a com’era prima che il mondo si capovolgesse.

Alcuni credono che non torneremo mai indietro del tutto. Il lavoro a distanza è diventato una realtà consolidata.

In che modo la tua azienda si sta adattando al lavoro da remoto?

Siamo specializzati nell’aiutare le aziende come la tua a sfruttare al massimo le opportunità offerte dal lavoro da casa.

Per avere maggiori informazioni contattaci cliccando qui.

Se vuoi avere più consigli sulla gestione dello Smart Working, clicca qui.

Servizi
Strategia IT 2021
Qual è il piano 2021?

Il 2020 è finalmente finito (evviva!), che progetti hai per la tua attività quest’anno?

Se hai ambizioni di crescita, devi disporre di una strategia IT che ti aiuti a fare il miglior uso della tecnologia per supportare i tuoi obiettivi di business.

Perchè creare una strategia IT?

Una strategia IT non dovrebbe essere un documento puramente tecnico. Le migliori strategie IT possono essere ampiamente condivise in tutta l’azienda (ed essere pienamente comprese).

Con il contributo di diversi reparti, una buona strategia IT può migliorare i processi. È necessario assicurarsi che siano pianificate risorse IT sufficienti per l’intera azienda e che la tecnologia che utilizzi ti aiuti a raggiungere i tuoi obiettivi di business.

Una buona strategia dovrebbe guidare il modo in cui investire nell’IT in futuro.

Aiuterà anche a prevenire il rischio che il tuo personale incappi in stupidi problemi IT che lo rallentano causando frustrazione.

Noi possiamo aiutarti a creare la tua strategia IT.

Cosa stai aspettando? Contattaci subito cliccando qui.

BusinessServizi
Fornitura hardware 2021
Fornitura hardware: una criticità del 2021

Il Coronavirus ha sconvolto le nostre vite e lo ha fatto anche con la fornitura di materiale informatico.

In un primo momento abbiamo assistito ad un esaurimento delle scorte, seguito da una grave interruzione delle catene di fornitura di hardware critici, come laptop e webcam, estendendosi successivamente a tutto il materiale informatico (Nas, Switch, ecc.).

L’effetto più sgradito, con il calo delle scorte, è stato l’aumento dei prezzi.

Vogliamo aiutarti ad anticipare le tue esigenze future.

Con l’attuale situazione di mercato, quello che ti consigliamo è di cominciare a pianificare in anticipo, con il nostro aiuto, quali hardware ti serviranno quest’anno.

Vogliamo evitare che tu debba pagare più del dovuto o aspettare troppo tempo per le forniture, quando ti serviranno.

Il nostro stretto rapporto con una serie di importanti fornitori, ci permette di supportarti con la massima efficienza in questo momento critico.

Cosa stai aspettando? Contattaci subito cliccando qui.

Comunicazioni
Buone Feste!
Natale 2020

Lo Staff di Efuture vi augura Buon Natale e Felice Anno Nuovo!

Il nostro ufficio rimarrà chiuso Venerdì 25 Dicembre, Venerdì 1 e Mercoledì 6 Gennaio.